Cestini ripieni di tonno e funghi porcini

24 Luglio 2021Germana Busca

I cestini di pasta sfoglia sono un modo facile e sfizioso per preparare un antipasto freddo o caldo.

Si realizzano in pochissimi minuti utilizzando semplicemente un rotolo di pasta sfoglia rettangolare ed una teglia da muffin, per la cottura “in bianco” e cioè per creare l’incavo in cui riporre il ripieno saranno necessari dei legumi secchi o gli appositi pesetti.

Ho scelto di farcire i miei cestini con il tipico antipasto piemontese GHIOTTO GALFRE’ ,  un antipasto di ottima qualità, confezionato a mano con i funghi porcini più pregiati, ai quali sono stati abbinati tranci di tonno pinna gialla e la salsa dell’azienda a base di pomodoro italiano, verdure, aromi freschi e poche gocce di aceto che funge da conservante naturale.

Stampa la ricetta

Cestini ripieni di tonno e funghi porcini

  • Preparazione: 10 Minuti
  • Tempo di cottura: 15 Minuti
  • Tempo Totale 25 Minuti
  • Persone: 4 persone

Ingredienti

  • 1 rotolo pasta sfoglia, rettangolare
  • 2 confezioni Ghiotto Galfrè, Tonno e funghi porcini
  • q.b. basilico, fresco

Procedimento

  • 1)

    Tagliate la pasta sfoglia in 6 quadratini da circa 8 cm per 8 cm.

  • 2)

    Inserite i quadretti di sfoglia all’interno di una teglia per muffin distanziandoli un pochino e riempiteli con dei legumi secchi o gli appositi pesetti per la cottura “in bianco”.

  • 3)

    Fateli cuocere in forno ventilato caldo a 180° per circa 15 minuti finchè non saranno belli gonfi e dorati.

    Estraeteli dal forno ed eliminate delicatemante tutti i legumi, ed ecco pronto il vostro cestino da farcire!

  • 4)

    Farcite con un cucchiaio di GHIOTTO Galfrè e qualche fogliolina di basilico fresco.

Buon appetito!

L’Azienda Ghiotto Galfrè nasce nel 1901 in un borgo ai piedi delle colline Piemontesi dove è andata sviluppandosi la cultura della raccolta, del trattamento e della conservazione dei funghi con metodi naturali.

Sulle confezioni delle loro  specialità campeggia il simbolo della Contadinella: un simbolo che rappresenta un omaggio a tutte le donne che nei tempi passati effettuavano la raccolta manuale dei funghi durante la stagione. Erano loro infatti a scegliere gli esemplari migliori, portarli a casa, pulirli delicatamente a fondo e poi prepararli per il consumo immediato, o per la conservazione. Per l’azienda Galfrè la contadinella rappresenta proprio  un atto d’amore per chi ha contribuito a fare di loro ciò che sono!

Con il loro marchio potrete trovare tantissime deliziose specialità della tradizione piemontese come l’ Antipasto PO a base di tonno e verdurine, funghi porcini, misti e secchi, cuori di carciofino, creme e condimenti e l’immancabile giardiniera alla piemontese.. assolutamente da provare!!

Articolo in collaborazione con Ghiotto GALFRE’.

Se rifate una mia ricetta scattate una foto, usate l’hashtag #lericettedimammagy , seguitemi qui mamma_gy e farete parte della mia gallery su Instagram!

instagram_logo

A presto e solocose buone a tutti!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricetta Precedente Prossima Ricetta
Translate »